A un mese dallo scoppio del conflitto tra Ucraina e Russia, le classi 3^ D e 3^ K della Scuola Secondaria si sono unite in una riflessione comune concretizzatasi nell’elaborazione e creazione di un’installazione artistica, Un albero per la Pace, realizzata nell’atrio del nostro Istituto. L’obiettivo dei ragazzi è quello di incuriosire gli altri studenti affinché questi possano riflettere e meditare sul dramma della guerra, traendo così spunto per nuove idee o considerazioni. L’albero spoglio, centro dell’installazione, rappresenta la vita, una vita che la guerra priva di ogni affetto, oggetto o semplicemente della normalità. Dai rami dell’albero scendono perpendicolari delle semplici Polaroid personalizzate, realizzate dai ragazzi, che raffigurano in una facciata immagini di guerra, istantanee di disperazione e terrore, mentre nell’altra un pensiero originale creato avvalendosi del metodo Caviardage. Le Polaroid pendenti a mezz’aria vogliono rappresentare il concetto che in guerra ogni vita è in bilico, sospesa tra la vita e la morte. I piedi dell’albero sono ricoperti da foglie caduche, blu e gialle, sulle quali sono incisi pensieri, riflessioni e poesie realizzate dai ragazzi. Simbolicamente le immagini sospese cadendo si tramutano in pensieri, idee, riflessioni o paure che in guerra spesso “appassiscono” lasciandosi travolgere dal corso degli eventi.

Forse un giorno il vento di guerra spazzerà via queste foglie e i loro pensieri si impiglieranno ai nostri.