Le bombe di fiori

I bambini di 2C della scuola Pravato, come attività di chiusura del percorso di scienze su piante e fiori, si sono ritrovati in giardino per fare un’attività insolita. Seduti in cerchio, hanno fabbricato delle “bombe”! Eh sì, proprio delle bombe… bombe al contrario, però, che non uccidono ma fanno nascere nuova vita! Impastando terriccio, argilla e semi di fiori, si sono formate delle piccole palline e una volta seccate, i bambini le lanceranno in giardini, aiuole o prati un po’ incolti. L’acqua della pioggia e il sole faranno il resto: la “bomba” esploderà, si scioglieranno l’argilla e il terriccio, e i semi si trasformeranno in fiori. Il tutto per aiutare le nostre amiche api, per fornire loro nuovi fiori da cui succhiare il nettare e nuovi fiori su cui posarsi.

Lo “sporcarsi” di terra ha suscitato reazioni diverse, ma il divertimento ha coinvolto proprio tutti!