Anche quest’anno, per fronteggiare l’emergenza sanitaria, la scuola dell’Infanzia Il Giuggiolo sperimenta i LEAD, non DAD, ma Legami Educativi A Distanza.
Così, messi da parte i dispositivi di sicurezza che in questi mesi ci hanno fatto assomigliare più ad astronauti, come il nostro amato amico Uno che ci ha accompagnato da settembre, abbiamo ripreso i dispositivi di comunicazione della scorsa primavera per permetterci di mantenere un legame con i nostri piccoli alunni e le loro famiglie, in un ambiente virtuale, una presenza a distanza resa possibile dalla tecnologia.
I bambini infatti incontrano a giorni alterni i loro compagni di sezione e le loro maestre in videoconferenza Meet. La scuola entra nelle loro case, nelle loro famiglie perché vicino ad ogni piccolo bimbo c’è una mamma o un papà che lo sostiene e ne condivide le emozioni.
Sono stati inviati, nei giorni non dedicati alle videoconferenze, attraverso il registro elettronico Nuvola, dei piccoli video, semplici tutorial e proposte per attività, da guardare o svolgere a casa con mamma e papà.
Così abbiamo prima omaggiato i papà con letture, poesie, indovinelli e costruzione del “gioco del tris” direttamente con i papà, poi abbiamo salutato la primavera che è arrivata e aspettato la festa della Pasqua con proposte e attività divertenti e giocose. Nello schermo del pc si animano e interagiscono con i bambini i personaggi di storie e canzoni animati dalle maestre, come le Magiche Primule, piccoli e dolci animaletti che vivono nel prato; l’albero Giovanni che si è risvegliato; il nostro amico e compagno di scuola Pappagallo Lallo e il Coniglietto Pasquale che ci invita alla caccia alle uova!
Nel momento della videoconferenza si riprendono alcune routines della giornata scolastica, come l’appello, il meteo, il giorno della settimana nel quale ci troviamo. Ai bambini piace mostrare i loro
disegni o piccoli lavoretti realizzati e salutare gli amichetti.
È importante in questo momento rivedere e condividere con i loro compagni le loro piccole esperienze quotidiane con spontaneità e tanta emozione, augurandoci di tornare presto a vivere la nostra scuola a “scuola” fatta di Legami Educativi senza Distanze.