I bambini e le bambine della scuola Primaria “L. Pravato” hanno lavorato per ricordare la Giornata mondiale della Gentilezza.
Le classi Prime A, B e C, dopo aver ascoltato la storia “La fata della gentilezza” hanno pensato di aiutare la “gentil fatina” a  coltivare il suo giardino facendo sbocciare i coloratissimi fiori, innaffiati e nutriti da parole gentili… ovviamente imparate anche in lingua inglese. Parole semplici  come grazie, ciao, prego, scusa, per  piacere…parole importanti che fan felici tutti quanti.

Gli alunni della classe 2^A hanno riflettuto sull’importanza dell’essere gentili per stare bene con se stessi e gli altri. Attraverso la metafora della valigia, simbolo di  tutto ciò che serve per affrontare il viaggio della vita, hanno deciso di riempire questa valigia anche di parole gentili; impegnandosi a non lasciarla mai a casa, e a portarla sempre lungo il viaggio della vita. 

I bambini della classe 2^C hanno celebrato la Giornata Mondiale della Gentilezza trasformandosi in….MOSTRI DI GENTILEZZA! Ogni mostro ha seguito un percorso per raggiungere la sua “parola gentile”, che è diventata un fumetto nel cartellone finale.   

E come meglio affrontare la parola “gentilezza” se non sperimentandola?Ecco allora i racconti degli alunni di classe 2^B con i loro piccoli, ma importanti “gesti gentili”.

Dalle riflessioni che le regole ci permettono di convivere e raggiungere obiettivi comuni come lo star bene a scuola e dalla stesura, condivisa, del contratto comportamentale, gli alunni della classe 3^ C sono giunti ad affermare che i “comportamenti gentili” sono alla base del vivere bene in società. Da qui la realizzazione di due cartelloni in lingua inglese e italiana.

Anche gli alunni e le alunne di 5^ A e B, dopo la lettura di una filastrocca e la riflessione sui comportamenti e sulle parole gentili, si sono messi alla prova praticando gentilezza! La loro “sfida” è culminata con delle vere e proprie votazioni con tanto di spoglio elettorale ed elezione dei vincitori.

La riflessione su tutti gli atteggiamenti necessari affinché  si possa stare bene in classe e giocare tutti insieme, non contraddistingue solo questa importante Giornata, ma l’intero percorso formativo dei nostri Alunni e delle nostre Alunne, e la classe 5^C lo ha  riassunto nel “cuore dell’amicizia”.