Cari compagni e compagne,

siamo giunti al termine di tre anni! E posso dire che sono stati tre anni stupendi e ricchi di esperienze che mi hanno fatta crescere. Non avrei mai pensato di finire tre anni così, dentro casa, senza feste, senza il ballo che era stato organizzato, senza pianti e senza abbracci. Dal primo giorno di scuola ho sempre avuto l’idea di lasciare un’impronta nella mia scuola, che tra poco non potrò più considerarla mia, e non avrei mai pensato di lasciarla così, da casa, nel sito della scuola. 

Ho sempre voluto fare nuove conoscenze, provare nuove esperienze, dare il massimo di me, impegnarmi e non avere rimpianti. Non si è avverato tutto, come immaginavo, i rimpianti ci sono: all’inizio del 2020 speravo di conoscere nuove persone, riallacciare i rapporti con vecchi amici…ma purtroppo non è stato così. Durante questo periodo ho solo potuto sentire gli amici più stretti. Credo comunque che questi ultimi mesi ci abbiano fatto capire quali siano i veri amici, quelli che se hai bisogno di aiuto ci sono per te. 

Forse, per qualcuno, l’inizio della prima media è stato strano: non si conosceva quasi nessuno, e quindi è stato difficile legare. Chi allegro e chi triste, ma ci siamo fatti tutti almeno un paio di amici. Ogni anno l’ho passato bene, forse con qualche litigio o problema, ma in sostanza bene. Ogni singolo giorno ho provato un’esperienza diversa, significativa, che mi ha fatta maturare. E’stato il periodo in cui ho dovuto gestire di più le mie insicurezze, ma grazie a molte persone ho imparato a trovare la forza in me. Ovviamente ho ancora tanta strada da fare, ma sto vivendo un percorso, la mia vita, che nonostante gli ostacoli continuerà spero serenamente. Si stanno concludendo tre anni importanti della nostra vita, un passaggio che ci ha portato da bambini a diventare ragazzi più maturi. Malgrado gli incidenti, gli errori, i litigi, siamo sempre qui: a migliorare e a maturare sempre di più. Questo lettera non è dedicata solo ai miei compagni di terza, ma anche ai ragazzi di seconda, di prima, a quelli che verranno e a quelli che se ne sono già andati e stanno continuando il loro percorso in un’altra scuola. Non è solo per gli alunni, ma anche per i docenti che durante questi tre anni ci hanno visto crescere grazie ai loro insegnamenti. 

Dobbiamo dire “Grazie” ai nostri professori e alle nostre professoresse, “Grazie” alla nostra dirigente, “Grazie” ai nostri collaboratori scolastici, “Grazie” ai nostri genitori, “Grazie” ai nostri compagni e alle nostre compagne e, soprattutto, un “Grazie” a noi stessi. Noi che abbiamo dato il nostro meglio in questi tre anni e che siamo grati di aver frequentato questa scuola. 

Spero che alcune mie amicizie continueranno nei prossimi anni, e lo auguro anche a voi. E, immagino che quando ritornerete alla scuola media a salutare i vostri docenti sarete ancora più felici e grati di questi tre anni passati assieme. 

Tra poco ci saranno gli esami, solo l’esame orale per quest’anno. Ora starete cominciando a elaborare le vostre tesine, immagino, e quindi vi auguro un in bocca al lupo! Non fatevi prendere dall’agitazione, poiché andrà bene, ricordate che avete davanti i vostri docenti non degli sconosciuti, anche se noi saremo ricordati come quelli che hanno fanno l’esame di terza media in modo diverso. 

Sto scrivendo questa lettera ricordando tutti i bei momenti passati: le feste di Natale, i progetti con le altre classi, i progetti della mia classe, come il lavoro su “Romeo e Giulietta” opera di Shakespeare, di cui vi abbiamo presentato la nostra opera teatrale lo scorso anno. Con questi momenti sono cresciuta, come tutti. Durante i litigi ho capito i miei errori e quelli altrui e anche lì sono maturata. Le gite, i viaggi studio o anche semplicemente le ricreazioni mi hanno dato qualcosa in più, un insegnamento.

E…con le lacrime agli occhi voglio ringraziare i miei amici, la mia classe, le mie professoresse, la dirigente, i collaboratori scolastici e la mia scuola: “Grazie: mi avete fatta crescere!”. Vi auguro di finire l’anno serenamente, di passare un esame tranquilli e di cominciare al meglio il prossimo anno.

Buona estate a tutti!

G. A.