Wuhan: un’epidemia si diffonde, nuovo virus scoperto, ci sono vittime .”Cosa vuoi che sia!” “Tanto la Cina è lontana”. Roma: due turisti positivi al Coronavirus. “Li hanno subito messi in quarantena, non c’è pericolo” “Non ci sono più stati contagi”. Primi casi di Coronavirus in Lombardia “Avranno avuto problemi di salute” “Tanto non sono molti”.

Marzo 2020, in Italia più di 20 mila contagiati e un migliaio di vittime, il Nord Italia è zona rossa, bisogna uscire di casa solo se necessario, chi tenterà di uscire dalla propria provincia riceverà una sanzione.

Tutto il mondo è in panico, l’Italia e la sua economia collassano, una pandemia alle porte del nuovo decennio, pensavamo che nulla ci potesse toccare, dimenticando che i confini sono solo un fattore geografico e che in realtà siamo tutti popolazione del mondo, senza Nord, Sud, Est ed Ovest. Vederci chiudere le frontiere da parte degli stati confinanti ci ha fatto vivere in prima persona quello che alcuni di noi talvolta fanno vivere al fratello che ci bussa alla porta. Si dice che siano casualità o cospirazioni, errori o meno, coincidenze o vendette; sta di fatto che tutto ciò ha fatto capire a molti, se non a tutti, che a volte godersi le piccole cose senza essere investiti dalla frenesia della quotidianità ci permette di riflettere su ciò che è davvero importante e su cosa bisognerà investire in futuro, come la salute e la sanità, per non trovarsi poi in momenti difficili, come quello che stiamo vivendo, senza le risorse necessarie per affrontarli.

Rebecca Maria (3^E)